Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Ultime malattie inserite

HERPES SIMPLEX VIRUS

Infezione da virus herpes simplex, che viene solitamente trasmesso durante il parto, e che tipicamente causa un'eruzione vescicolare e una conseguente malattia disseminata. Le infezioni neonatali da herpes simplex virus (HSV) presentano un'alta mortalità e una significativa morbilità. Le stime dell'incidenza variano da 1/3000 a 1/20000 nati vivi. L'HSV di tipo 2 è responsabile dell'80% dei casi; il 20% è causato da HSV di tipo 1. L'HSV di tipo 2 è di solito trasmesso al neonato durante…

IPERNATRIEMIA

Elevazione della concentrazione plasmatica del sodio al di sopra di 135 mEq/l causata da un deficit di acqua rispetto al soluto.EZIOLOGIA L'ipernatriemia è meno comune dell'iponatriemia, verificandosi in < 1% dei pazienti ricoverati nelle unità ospedaliere di terapia intensiva; tuttavia, l'ipernatriemia del paziente adulto è tra i più gravi squilibri elettrolitici, con una mortalità riferita compresa fra il 40 e il 60%. Poiché il Na è il determinante principale dell'osmolalità del…

OMBELICO DEL NEONATO

Il moncone ombelicale dopo la nascita presenta un processo di essicamento che ne provoca la mummificazione e successivamente il distacco, che avviene di norma entro le 2 settimane. Una caduta ritardata oltre la 4 settimana può essere segno di superinfezione o di un difetto della chemiotassi neutrofila. La ferità che rimane si cicatrizza in media entro 8-10 giorni.TRATTAMENTO DEL MONCONE OMBELICALEDeve essere tenuto pulito e asciutto, coperto con garza sterile e fissato con una benda o una rete…

IPOCALCEMIA NEONATALE

Concentrazione di calcio sierico totale (Ca) < 8 mg/dl (< 2 mmol/l) nei neonati a termine o < 7 mg/dl (< 1,75 mmol/l) nei neonati pretermine; anche definita come Ca++ ionizzato < 3,0-4,4 mg/dl (< 0,75-1,10 mmol/l), a seconda del metodo (tipo di elettrodo) utilizzato. L'ipocalcemia neonatale si verifica abbastanza spesso nei reparti di TIN. I gruppi ad alto rischio comprendono i prematuri e i neonati di peso basso per l'età gestazionale, i figli di madre diabetica e i…

DERMATITE ATOPICA

Infiammazione superficiale della cute, cronica e pruriginosa, frequentemente correlata a storia familiare o personale di malattie allergiche (p. es., febbre da fieno, asma). La suscettibilità è di origine genetica, ma la patologia viene indotta da vari agenti e fattori ambientali. Molti allergeni inalanti e alimentari evocano, mediante scarificazione o test intradermico, reazioni di tipo orticarioide e infiammatorio generalmente poco rilevanti; la sospensione, in genere, non causa la…

ANEMIE APLASTICHE (APLASIA MIDOLLARE)

Sintomi Astenia marcata e pallore (a causa dell'anemia), emorragie (da deficit piastrinico) a livello di naso, gengive, cute e vie digestive, infezioni ricorrenti (da deficit dei globuli bianchi). Cause La pancitopenia (cioè la diminuzione dei globuli rossi, dei leucociti e delle piastrine nel sangue circolante) è determinata da un'insufficienza del midollo osseo, a sua volta causata da agenti infettivi, farmaci (antineoplastici), agenti chimici, radiazioni ionizzanti o tumori. Esistono…

CHERATITE ERPETICA

Sintomi Il sintomo iniziale è una sensazione di corpo estraneo nell'occhio; a questo, successivamente, si associano aumento del riflesso della lacrimazione, dolore crescente e fotofobia. Raramente sono colpiti entrambi gli occhi.Cause Quest'infezione da parte del virus Herpes simplex di tipo 1 viene contratta in giovane età e tende poi a ripresentarsi, quando si abbassano le difese immunitarie. Terapia consigliata La malattia tende di per sé a risolversi spontaneamente nel giro di…

CHEILITE ANGOLARE

Lesioni ragadiformi localizzate alla commessura labiale, di origine micotica o batterica. Sono facilitate dalla salivazione abbondante. Terapia consigliata Consiste nell'applicazione locale per pochi giorni di preparazione antimicotiche oppure nel caso di forte irritazione di associazione antibiotico + corticosteroide. …

Ultimi farmaci inseriti

Mannitolo - Isotol

Zucchero usato come eccipiente delle forme farmaceutiche orali. Trova impiego come purgante, specie nell'infanzia, come colagogo e come diuretico. In soluzione iperconcentrata è utilizzata nel trattamento dell'edema cerebrale. Iniziazione entro 1-3 ore, durata azione 3-6 ore.Dose (EV)- Dose test: 200 mg/kg- Inizio: 0,5-1 g/kg- Mantenimento: 0,25-0,5 g/dose ogni 4-6 oreIsotolFlacone ev 250-500 ml…

Sulfadiazina

La sulfadiazina è un principio attivo della classe dei sulfamidici. Viene utilizzato come medicinale per il trattamento della profilassi della febbre reumatica e in caso di toxoplasmosi in combinazione con la pirimetamina. Alcuni degli effetti indesiderati sono vomito, nausea, anoressia, diarrea, iperpotassiemia. Controindicata nei soggetti G6PDH carenti (fabici).Dose50-100 mg/kg/die in 2 somministrazioniSulfadiazinaCompresse 500 mg…

Lenograstim - Granocyte

Indicato per riduzione della durata della neutropenia in pazienti (con neoplasia non mieloide) sottoposti a terapia mieloablativa, seguita da trapianto di midollo osseo (BMT), considerati ad aumentato rischio di neutropenia grave prolungata. Riduzione della durata della neutropenia grave e delle complicanze associate in pazienti sottoposti a schemi di chemioterapia citotossica associati ad una incidenza significativa di neutropenia febbrile. Mobilizzazione delle cellule progenitrici del sangue…

L-Glutammina - Glutaven - Acutil fosforo - Acutil fosforo

GlutavenCompresse 250 mg: 1 cpr/dieAcutil fosforoFlaconcini orali: 1-2 flaconi/dieCompresse: 2-3 compresse/dieAcutil fosforoFlaconcini orali: 1-2 flaconcini/dieCompresse: 2-4 compresse/die…

Fenitoina - Aurantin - Dintonia

Farmaco antiepilettico usato per via orale, la cui indicazione principale è la terapia delle crisi generalizzate tipo grande male. Non ha effetti di tipo ipnotico e sedativo, ma va usato con cautela, controllando frequentemente gli esami ematochimici, a causa degli effetti collaterali (leucopenia, piastrinopenia, iperplasia gengivale, alterazioni epatiche). Va perentoriamente sospeso in gravidanza (data la dimostrata teratogenicità negli animali da esperimento). Effetti indesiderati sono…

Trimebutina - Debridat

Farmaco antispastico, derivato della papaverina; è utilizzato particolarmente per il trattamento della sindrome del colon irritabile. In corso di trattamento con trimebutina si possono verificare reazioni allergiche (anche ritardate), dermatiti, reazioni cutanee, ipotensione arteriosa e lipotimie. Gli effetti collaterali sono più evidenti se la somministrazione avviene per via endovenosa. Trimebutina non presenta rischi di assuefazione o dipendenza.Dose2-5 mg/kg/die x 3…

Proguanil - Malarone

Il Proguanil cloridrato è un principio attivo di indicazione specifica nella chemioprofilassi della malaria. È utilizzato come medicinale per la profilassi o il trattamento della malaria. Per la profilassi antimalarica è usato in regime di monoterapia (Paludrine) o in combinazione con la clorochina, mentre per la cura è usato in combinazione con l'atovaquone (nel farmaco Malarone). Il proguanil si è dimostrato efficace sia contro il plasmodium falciparum che contro il plasmodium vivax.…

Salbutamolo - Broncovaleas - Ventmax

Farmaco adrenergico betastimolante che esplica una spiccata attività broncodilatatrice, con scarsa azione sul cuore e sull'apparato circolatorio. A dosi elevate, peraltro, può presentare effetti collaterali quali tremori, tachicardia e vasodilatazione periferica. Può essere somministrato per inalazione ed è particolarmente efficace nel trattamento delle crisi di broncospasmo e di asma bronchiale in atto.Per inalazione l'inizio d'azione dopo 3 minuti, picco dopo 40-60 minuti durata 5-6 ore.…