Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Ultime malattie inserite

IPOGLICEMIA NEONATALE

L'ipoglicemia (la riduzione del livello di glucosio nel sangue) è un'evenienza frequente nel periodo neonatale e riveste carattere d'urgenza poiché può rappresentare un rischio per la vita del bambino o può produrre gravi conseguenze di tipo neurologico, qualora non venga prontamente diagnosticata o non sia rapidamente corretta. La fisiologica predisposizione all'ipoglicemia del neonato dipende da molteplici fattori: nel periodo neonatale il fabbisogno energetico (in particolare di zuccheri)…

ORNITOSI - PSITTACOSI

Malattia infettiva provocata da un batterio Gram-negativo, appartenente al gruppo delle clamidie, affine alle rickettsie, intracellulare obbligato. CAUSE Il batterio, chiamato Chlamydia psittaci, ha caratteristiche simili sia ai virus che ai batteri: ha una parete rudimentale ed è sensibile agli antibitotici possiede DNA e RNA e necessita di una cellula per vivere e replicarsi. L’o. viene trasmessa all’uomo da diversi tipi di uccelli: essa venne inizialmente descritta come malattia…

REFLUSSO GASTROESOFAGEO

Reflusso del contenuto gastrico nell'esofago. EZIOLOGIA La presenza di una malattia da reflusso gastroesofageo (RGE) indica l'incompetenza dello sfintere esofageo inferiore. I fattori che contribuiscono alla competenza della giunzione gastroesofagea includono la pressione intrinseca dello sfintere, l'angolo della giunzione cardioesofagea, l'azione del diaframma e la forza di gravità (quando il paziente è in posizione eretta). Il RGE può causare un'esofagite. I fattori che contribuiscono…

GINOCCHIO VALGO

Deformità caratterizzata dal fatto che la coscia e la gamba sono deviate, su un piano frontale, in modo da formare tra loro un angolo aperto lateralmente, sì che il ginocchio valgo viene a sporgere verso l’interno. Molte sono le cause che possono determinarla: esiti di artrite, di fratture, di lesioni paralitiche o di contratture muscolari, oppure può essere congenita. Le forme di più frequente riscontro sono comunque il ginocchio valgo rachitico e il ginocchio valgo…

TRICHIURIASI - TRICOCEFALOSI

malattia determinata da infestazione dell’organismo da parte del verme nematode Trichuris trichiura, è un infezione parassitaria molto spesso asintomatica, ma che può determinare disturbi intestinali. Il verme adulto ha una lunghezza di 30-50 mm, presenta una porzione anteriore sottile, nella quale è contenuto l’esofago, e una porzione posteriore più spessa che contiene l’intestino e gli organi della riproduzione.È presente in tutto il mondo, particolarmente nelle regioni tropicali,…

IMPETIGINE

L'impetigine (impetigo contagiosa) è un'infezione cutanea superficiale vescicolopustolosa. L'ectima è una forma ulcerativa di impetigine. EZIOLOGIA Lo Staphylococcus aureus è la più frequente causa di infezioni superficiali della cute; è una causa iniziale molto più comune dello streptococco b-emolitico di gruppo A. Lo S. aureus è il principale agente eziologico dell'impetigine bollosa che si verifica ovunque sul corpo e dell'impetigine crostosa del viso; il suo ruolo nell'ectima è…

IPOCALCEMIA NEONATALE

Concentrazione di calcio sierico totale (Ca) < 8 mg/dl (< 2 mmol/l) nei neonati a termine o < 7 mg/dl (< 1,75 mmol/l) nei neonati pretermine; anche definita come Ca++ ionizzato < 3,0-4,4 mg/dl (< 0,75-1,10 mmol/l), a seconda del metodo (tipo di elettrodo) utilizzato. L'ipocalcemia neonatale si verifica abbastanza spesso nei reparti di TIN. I gruppi ad alto rischio comprendono i prematuri e i neonati di peso basso per l'età gestazionale, i figli di madre diabetica e i…

ENDOCARDITE INFETTIVA

DEFINIZIONE Infezione interessante l’endocardio o l’endotelio dei grossi vasi, caratterizzata dalla presenza dell’agente eziologico nel sito di lesione. Causata dalla proliferazione prevalentemente di batteri nel sito della lesione. Lesione tipica : vegetazione = ammasso di piastrine, fibrina, cellule infiammatorie, microcolonie di batteri. Frequentemente presenza di vegetazioni sulle valvole cardiache.EZIOLOGIA Complicanza di cardiopatia congenita o valvulopatia acquisita Agenti…

Ultimi farmaci inseriti

Metisoprinolo - Viruxan

Farmaco antivirale, che limita la replicazione virale interferendo a livello poliribosomale. Il farmaco è  dotato di azione immunomodulante, perché stimola proliferazione e funzionalità dei linfociti T e B, dei macrofagi e dei polimorfonucleati: ne consegue che la sua efficacia consiste principalmente in un potenziamento della risposta immune, soprattutto negli immunodepressi. Dose50-100 mg/kg/die in 4 somministrazioniViruxanSciropoBustine 1 gCompresse 500 mg…

L-Glutammina - Glutaven - Acutil fosforo - Acutil fosforo

GlutavenCompresse 250 mg: 1 cpr/dieAcutil fosforoFlaconcini orali: 1-2 flaconi/dieCompresse: 2-3 compresse/dieAcutil fosforoFlaconcini orali: 1-2 flaconcini/dieCompresse: 2-4 compresse/die…

Spironolattone - Aldactone

Farmaco diuretico; agisce bloccando l'azione dell'aldosterone a livello dei tubuli distali del rene, e inibisce il riassorbimento di sodio e lo scambio di potassio e ioni idrogeno. È indicato in caso di scompenso cardiaco, edemi, ipertensione; controindicato in caso di insufficienza renale e in presenza di ulcera peptica, della quale può riacutizzare i sintomi. Può determinare disturbi gastroenterici (nausea, vomito, gastralgie, acidosi metabolica). Aumenta gli effetti degli anticoagulanti…

Interferone alfa - Alfaferone

Indicato nel trattamento di Neoplasie del sistema linfatico ed emopoietico, leucemia a cellule capellute (Tricoleucemia), mieloma multiplo, terapia di mantenimento per i pazienti in remissione obbiettiva della malattia dopo trattamento di induzione, linfoma non Hodgkin, ciclofosfamide, teniposide e prednisolone, micosi fungoide, leucemia mieloide cronica. Neoplasie solide come sarcoma di Kaposi nei pazienti affetti da AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita) senza storia di infezioni…

Cloperastina - Nitossil - Quik - Seki

La cloperastina è una molecola di sintesi, chimicamente 1-[2-(p-cloro-alfa-fenilbenzilossi)-etil] piperidina cloridrato, utilizzata come sedativo per la tosse. Il farmaco agisce sul sistema nervoso centrale inibendo il centro della tosse a livello bulbare. Possiede anche un certo effetto antistaminico e ha la capacità di ridurre gli spasmi anche a livello bronchiale.Nitossil, QuikSciroppo2-4 anni: 2 ml x 2 volte/die5-7 anni: 3 ml x 2 volte/die7-15 anni: 5 ml x 2 volte/dieSekiGocce> 2 anni:…

Spectinomicina - Trobicin

Farmaco antibiotico impiegato nel trattamento della gonorrea. Non presenta resistenza nei confronti dei microrganismi resistenti alla penicillina o ad altri farmaci. Presenta modesti effetti collaterali se somministrata in dose singola. Possono verificarsi irritazioni, vertigine, nausea, rash cutanei.Dose (IM)40 mg/kg/die in dose unicaTrobicinFlacone 2 g + f solv 5 ml…

Levodropropizina - Danka - Levotuss - Salvituss

La levodropropizina è una molecola, il levo-isomero della dropropizina, impiegato in clinica come farmaco antitussivo. Dopo somministrazione per via orale il farmaco è ben assorbito dal tratto gastrointestinale e si distribuisce rapidamente nei tessuti dell'organismo. La biodisponibilità dopo assunzione orale è del 75% circa. L'emivita farmacologica è di circa 1-2 ore. Levodropropizina viene escreta principalmente per via urinaria come farmaco inalterato e metaboliti. Nelle 48 ore viene…

Etambutolo - Etapiam - Miambutol

Farmaco antitubercolare. Nella fase iniziale della terapia è sempre associato alla rifampicina e all'isoniazide. Può essere somministrato in unica dose e usato anche per il trattamento della tubercolosi in gravidanza. L'effetto collaterale più importante, anche se si manifesta raramente, è una neurite retrobulbare con diminuzione di acuità visiva: la prima manifestazione è spesso la diminuita capacità di riconoscere il colore verde. L'effetto scompare con la sospensione del farmaco.Dose-…